sei in Repertori >> cronologia di delio tessa

 

 

Cronologia di Delio Tessa,
con le foto delle sue abitazioni

 di Paolo Colussi

Aldo Carpi: Una serata a casa di Delio Tessa
In primo piano a destra Delio Tessa con Speranza Rosti, madre di Fortunato
[Ringrazio Giorgio Rosti per la preziosa informazione riguardante nonna Speranza]

 

 

1886
18 novembre

Nasce a Milano in via Fieno Delio Tessa. Il padre, bancario, si chiamava Anselmo (Senio), la madre Clara Besozzi, il nome Delio viene dal nonno. Dal 1895 al 1928 abiterà al terzo piano di via Olmetto n.1 per trasferirsi infine, dopo la morte del padre (17 dicembre 1925), al quarto piano di viale Beatrice d'Este 17 dove morirà nel 1939. Studia al Liceo Beccarla e nel 1906 si iscrive a Giurisprudenza a Pavia.

1911
dicembre

Si laurea in giurisprudenza a Pavia, poi sarà avvocato e Giudice conciliatore del VII Mandamento, ma sempre controvoglia. La tesi “Sul diritto di voto delle donne” è accompagnata da una tesina dal titolo "Se le pellicole cinematografiche sono opera dell' ingegno" manifestando una passione per il cinema che lo accompagnerà per tutta la vita. Dopo la laurea si iscrive ai corsi di filosofia dell’Accademia scientifico-letteraria. Lavora fino al 1920 nello studio dell’avv. Catullo Frigerio in via Durini.

1914
Apre in via Spiga un piccolo studio di avvocato con Fortunato Rosti.

1917
24 ottobre

Gli Austriaci sfondano le linee italiane a Caporetto. Il 25 ottobre si dimette il governo Boselli. Nel successivo 2 novembre, festa dei morti, Delio Tessa ambienta la sua più famosa poesia: L'e el dì di mort, alegher!

1922
Lo studio di avvocato si trasferisce in via Rugabella 11.

1932
2 luglio (giorno della Visitazione)

Grazie a Luigi Rusca, direttore della Mondadori, pubblica la raccolta di poesie L'e el dì di mort, alegher!, l’unica opera pubblicata in vita.
Scrive la sceneggiatura Vecchia Europa, alla quale seguirà nel 1935 Uomini maledetti.

1934
Dal 1934 al 1937 scrive critiche cinematografiche per diverse riviste.

1936
9 giugno

Delio Tessa inizia a scrivere per l'"Ambrosiano" una serie di articoli che saranno poi raccolti nel libro postumo Ore di città assieme ad altri, scritti per il Corriere del Ticino. Collabora inoltre con la Radio della Svizzera italiana.

Io nel 981937
luglio-agosto

Delio Tessa pubblica sulla rivista “Broletto” di Como la prima puntata di Brutte fotografie di un bel mondo. Le altre tre puntate saranno pubblicate nel 1937 e 1938 sulla stessa rivista e su “L’Illustrazione Ticinese”.

1939
21 settembre

Muore nella clinica Città di Milano per un'infezione provocata da un ascesso a un dente. Per sua volontà viene sepolto in un campo comune del cimitero di Musocco. Le sue carte vanno all’amico Fortunato Rosti.

1950
20 settembre

Il Comune di Milano decide di trasferire la tomba di Delio Tessa al Famedio del Cimitero Monumentale. In seguito gli intitolerà una via presso S. Simpliciano.

1974
giugno

Muore Fortunato Rosti. Le carte del Tessa passano all’avv. Carlo Milanesi di Pavia.

2012
18 novembre

Il Comune di Milano pone una lapide commemorativa nella facciata della casa di viale Beatrice d'Este 17. (Vedi sotto)

 

Bibliografia

Opere pubblicate

L'è el dì di mort, alégher! : nove saggi lirici in dialetto milanese con testo esplicativo in lingua, Milano, Mondadori, 1932

Poesie nuove ed ultime : saggi lirici in lingua milanese corredati delle pagine del dicitore (a cura di Franco Antonicelli e Fortunato Rosti), Torino, Francesco De Silva 1947

L'e el di di mort, alegher! : nove saggi lirici in dialetto milanese con testo esplicativo in lingua di Delio Tessa (a cura di Fortunato Rosti e una nota di Emilio Guicciardi), Milano, All'insegna del pesce d'oro, 1960

Alalà al pellerossa: satire antifasciste e altre poesie disperse (a cura di D. Isella), Milano, All'insegna del pesce d'oro, 1979

Piazza Vetra (la vecchia) e altre pagine ambrosiane (con un ritratto del Tessa di Carlo Linati e una bibliografia di Dante Isella), Milano, Tipografia Allegretti di Campi, 1979

Ore di città (a cura di D. Isella), Milano, Libri Scheiwiller, 1984 (poi Torino, Einaudi, 1988)

L'è el dì di mort, alegher! De là del mur e altre liriche (edizione critica a cura di D. Isella), Torino, Einaudi, 1985

Vecchia Europa (sceneggiatura del 1932 a cura di C. Sacchi, premessa di A. Stella), Milano, Bompiani, 1986

Color Manzoni: 60 prose ambrosiane, a cura di D. Isella, Milano, Libri Scheiwiller, 1987

Critiche contro vento: pagine "ticinesi" 1934- 1939 (a cura di G. Anceschi), Lugano, Casagrande-Fidia-Sapiens, 1990

L'è el dì di mort, alegher! (antologia a cura di Claudio Beretta), Milano, Libreria Milanese, 1993

De la del mur (a cura di Franco Loi ; disegni di Luigi Biffi), F. Sciardelli, 1994

L'è el dì di mort, alegher! - De là del mur - Altre liriche (a cura di D. Isella), 2 voll., Torino, Einaudi, 1999

De là del mur. E altre poesie. Testo milanese e italiano, San Marco dei Giustiniani, 2004

Vecchia Europa. Cinema-poema, Milano, Archinto, 2004

Le poesie. Con 2 CD Audio, Milano, Hoepli, 2009

Gatti, farfalle, bimbi e pigotte. Sei pezzi per il «Corriere dei piccoli» (1912-1913) (a cura di M. Novelli), Lugano, Casagrande-Fidia-Sapiens, 2010

Alcune opere si possono scaricare gratis da Liber Liber.

 

Saggi su Delio Tessa

Anceschi, Giuseppe, Delio Tessa: profilo di un poeta, Milano, Marcos y Marcos, 1990

Isella, Dante, L'idillio di Meulan : da Manzoni a Sereni, Torino, Einaudi, 1994

Lardo, Cristiana, Delio Tessa e il tempo dell’ecchimosi, in Miscellanea in onore di Emerico Giachery, Roma, Vecchiarelli, 2000

Linati, Carlo, Delio Tessa, in "Belfagor", III, 1948, n. 7, pp. 429-34

Loi, Franco, Milano. Lo sguardo di Delio Tessa, Milano, Unicopli, 2003

Novelli, Mauro, I Saggi Lirici di Delio Tessa, Milano, Led Edizioni Univ. Di Lettere Economia Diritto, 2001

Podenzani, Nino, Un secolo di toga e musa meneghina, Milano, Ceschina, 1956.

Universita di Pavia, Assessorato alla cultura Regione Lombardia, Delio Tessa: immagini e documenti nel centenario della nascita (a cura di A. Stella e altri), Milano, Torchio de' Ricci, 1986

 

Audiovisivo

Codice: 1309 Titolo: DELIO TESSA
Raccolta: R011. Soggetto: Biografie. Supporto: Videocassetta VHS Colore, B/N

Durata: 32 minuti  Numero supporti: 1  Lingue: Italiano

Regia: Nichi Stefi Consulenza: Donata Corelli Fotografia: Pierino Del Torre Montaggio: Gianluigi Bruschi

Produzione: RAI - Regione Lombardia, Settore Cultura e Informazione, Ufficio Attività Audiovisive - 1992  Distribuzione: Regione Lombardia

Descrizione: - La biografia: breve sequenza fotografica con cenni biografici
- Le radici milanesi: testimonianza di Luigi Rusca; immagini del vivere milanese
- Il linguaggio: una panoramica di Dante Isella sui temi e sui nodi linguistici di Delio Tessa
- L'opinione letteraria: breve intervento critico di Vincenzo Consolo
- L'ironia: descrizione della vivacità intellettuale del poeta
- Il bordello: i temi popolari e della semplice vita milanese.

Note: Di Vincenzo Consolo e Nichi Stefi - A cura di William Azzella - Idea Donata Corelli, Ufficio Attività Audiovisive- 1992

E' uscito l'eBook di Carlo Fortunato Rosti, Poesie Racconti e Dipinti, a cura dei suoi nipoti.
Reperibile su iTunes:
http://itunes.apple.com/it/book/poesie-racconti-e-dipinti/id495578143?mt=11

 

Le case di Delio Tessa

Magari si potrebbe mettere una lapide...

La via Fieno dove è nato Delio Tessa
La casa era sulla destra dove oggi ci sono degli edifici più recenti

La casa di via Olmetto 1
Il portone d'ingresso

La casa di via Olmetto 1
Sbirciando nel cortile

La casa di via Olmetto 1
Il lato sulla via Amedei

La casa di viale Beatrice d'Este 17
La facciata di scorcio

La casa di viale Beatrice d'Este 17
Il portone d'ingresso

La casa di viale Beatrice d'Este 17
Adesso una targa c'è

La casa di viale Beatrice d'Este 17
Le finestre dell'appartamento al quarto piano (con la tenda)

 

Ultima modifica: lunedì 16 settembre 2013

paolo.colussi@rcm.inet.it